fbpx

Tea tree oil 

Il Tea tree oil è un olio essenziale derivato dalla Melaleuca alternifolia (un arbusto originario dell’Australia, noto anche come albero del the) ed è da qualche anno sotto i riflettori della fitoterapia e, più in generale, della medicina naturale, tanto da essere ormai diventato un popolare rimedio di uso comune, nonché un ingrediente frequentemente inserito in una vasta gamma di prodotti presenti sul mercato 

Il Tea tree oil vanta numerose applicazioni; la sua grande versatilità deriva anche dal fatto che numerosi studi in vitro supportano le sue proprietà antibatteriche, antivirali e antifungine ad ampio spettro, nonché antiinfiammatorieTuttavia, mancano ancora adeguate prove cliniche attestanti la sua efficacia nei confronti di vari tipi di infezioni. 

Il Tea tree oil contiene 48 composti organici, tra cui il terpinen-4-olo il 1,8-cineoloCome indice di qualità il prodotto finito da presentare sul mercato deve rispettare delle concentrazioni minime e massime dei principali componentiI risultati attesi, comunque, potrebbero variare perché non esistono metodi standardizzati per la raccolta del Tea tree o per la realizzazione di prodotti che lo contengono. 

 

Storia del Tea tree oil 

ll nome di “albero del the” (Tea treenacque durante il viaggio in Australia nel 1770 dell’esploratore James Cook in cui i suoi marinai erano soliti prepararsi un infuso utilizzando le foglie di un arbusto della famiglia delle Mirtacee in sostituzione del the. Le foglie dell’albero del the venivano inoltre usate in Australia fin dai tempi antichi dagli aborigeni per trattare raffreddore, influenza, ferite, piaghe, ecc. Inoltre, la leggenda vuole che questo olio essenziale fosse così importante per i suoi usi medicinali, tanto da far parte dei kit militari dei soldati australiani durante la Seconda guerra mondiale. La produzione di Tea tree oil è successivamente diminuita, presumibilmente a causa della diffusione degli antibiotici. Questo olio essenziale è tornato poi in auge dagli anni ’70 quando si è riacceso l’interesse della società (e delle aziende) per i prodotti naturali. 

 

Quali sono gli usi del Tea Tree oil? 

Il Tea tree oil può essere commercializzato puro oppure può essere contenuto, insieme ad altri ingredienti, in svariati prodotti (lozioni, creme, detergenti, deodoranti…).  

Generalmente si raccomanda di usare il Tea tree oil esclusivamente per via locale sebbene per alcuni prodotti presenti sul mercato risulti consentito l’uso anche per via orale.  

Per ulteriori informazioni su indicazioni e dosaggi specifici, si rimanda alla scheda tecnica del prodotto che si ha a disposizione e al consulto con il proprio medico o farmacista. 

  • Detergente antisettico: si può aggiungere qualche goccia di Tea tree oil al proprio detergente per igienizzare le mani, al proprio shampoo per contrastare i pidocchi o la forfora, al proprio detergente intimo in caso di cistite o contro altre infiammazioni e infezioni delle vie urogenitali (ad esempio da Candida albicans). 
  • Infezioni delle alte vie respiratorie accompagnate da sintomi come mal di gola, tosse, congestione nasale. Tramite suffumigi o diffusione ambientale, i suoi vapori possono aiutare a sciogliere muco e catarro e a liberare il naso chiuso e quindi a trarre un po’ di sollievo nelle sindromi influenzali o da raffreddamento. 
  • Infezioni fungine (onicomicosi, candidosi, piede d’atleta o tinea pedis). In caso di onicomicosi si può usare il Tea tree oil puro direttamente sull’unghia coinvoltaavendo l’accortezza di lavarsi bene le mani dopo l’applicazione per evitare la diffusione dell’infezione alle aree circostanti e proseguendo il trattamento per circa sei mesi. 
  • Infezioni virali (come Herpes labiale e verruche): si può diluire qualche goccia di Tea tree oil in un altro olio vegetale e applicare poi la soluzione ottenuta direttamente sul punto da trattare. 
  • Acne e foruncoli di lieve entità e altri problemi dermatologici (eritema solare, piccole ustioni, punture d’insetto, irritazioni da pannolino). In linea generale si sconsiglia di applicare il Tea tree oil puro direttamente sulla pelle; si raccomanda invece, se già non opportunamente veicolato, di aggiungere qualche goccia in un po’ di gel daloe, di crema lenitiva o di olio vegetale. In caso di foruncoli o punture d’insetto, usare un cotton-fioc per facilitare l’applicazione 
  • Afte del cavo orale e gengivitianche in questo caso si può sfruttare l’azione anti-infiammatoria del Tea tree oil diluendo 2/3 gocce in acqua per fare dei gargarismi con la soluzione ottenuta oppure applicandolo localmente tramite un cotton-fioc. 
  • Deodorante: il sudore di per  non ha odore ma, quando le secrezioni delle ghiandole sudoripare si combinano con certi tipi di batteri presenti sulla pelle, si può generare un cattivo odore che può essere contrastato grazie all’azione antibatterica del Tea tree oil. 

 

Effetti collaterali e controindicazioni 

Quando usato localmente e secondo le dosi raccomandate, il Tea tree oil è in genere sicuro e ha una bassa tossicitàIl fatto di essere una sostanza di origine naturale, tuttavia, non lo esenta dal presentare possibili effetti collaterali (contrariamente a quanto molti credono). Infatti, come spesso accade con l’uso degli oli essenziali, si possono manifestare reazioni cutanee allergiche. Il Tea tree oil, se non opportunamente diluito, può inoltre generare dermatiti da contatto e fenomeni irritativi locali, mentre, se ingerito, si possono verificare episodi di nausea e vomito, confusione, atassia (perdita di controllo muscolare o coordinazione dei movimenti volontari), diminuzione dei livelli di coscienza, specialmente se assunto ad alte dosi.  

Il Tea tree Oil è inoltre controindicato: 

  • In gravidanza 
  • In allattamento 
  • Nei soggetti con nota allergia ad esso 
  • Nei soggetti che soffrono di eczema, insufficienza epatica e renale 
  • Prima di esporsi al sole 

 

Conclusioni 

Il Tea tree oil può essere un alleato per tutte le problematiche sopra riportate, salvo controindicazioni. Tuttavia, il suo profilo di efficacia e sicurezza è ancora sotto esame, quindi non si deve intendere questo rimedio fitoterapico come una panacea per tutti i mali e non si deve esagerare con le somministrazioniAnzi, basti pensare che nel 2011 il Poison Control statunitense ha ricevuto quasi il doppio delle chiamate in merito al Tea tree oil rispetto a qualsiasi altro olio essenziale, con più del 10% delle persone esposte curate in ospedale o in uno studio medico. Inoltre, specialmente in presenza di problematiche persistenti, invalidanti e/o ricorrenti, si invita a consultare il proprio medico per adottare la migliore strategia terapeutica. 

  

 

FONTI

  • Ian Southwell, ‎Robert Lowe, Tea Tree: The Genus Melaleuca. Harwood Academic Publishers, 1999. 
  • Bruno Brigo, Medicina naturale dalla A alla Z, Tecniche Nuove, 2006 
  • https://www.webmd.com/vitamins/ai/ingredientmono-113/tea-tree-oil 
  • C. F. Carson et al. Melaleuca alternifolia (Tea Tree) Oil: a Review of Antimicrobial and Other Medicinal PropertiesClin Microbiol Rev. 2006 Jan; 19(1): 50-62.  
  • Anton C. de Groot. Tea tree oil: contact allergy and chemical compositionContact Dermatitis. 2016 Sep;75(3):129-43.  
5 2 votes
Article Rating
Dott.ssa Marianna Gualdana

Laureata in CTF, ricopre il ruolo di Pharmacovigilance Safety Surveillance Associate presso Pfizer.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments