fbpx

FARMACI, sappiamo davvero usarli bene?

L’uomo è sempre stato alla ricerca di sostanze e rimedi che potessero essere utili a curare e medicare oppure a prevenire malattie o alterazioni fisiologiche. 

I farmaci (o medicinali) sono sostanze capaci di indurre alterazioni funzionali nel nostro organismo. Tali azioni possono essere terapeutiche oppure tossiche, a seconda del tipo di sostanza somministrata e/o dalla sua quantità.

Da qui la celebre frase del medico e alchimista Paracelso: “Tutto è veleno: nulla esiste di non velenoso. Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto”. 

POCHE E SEMPLICI REGOLE PER UN CORRETTO UTILIZZO

Viviamo in un’epoca in cui si possono trovare praticamente ovunque le informazioni più disparate in materia sanitaria e in cui il fai-da-te è spesso largamente e impropriamente diffuso.

Come possiamo tutelare la nostra salute e usare nel modo più adeguato i farmaci?

  1. Per qualsiasi dubbio o informazione, chiedere consiglio al medico o al farmacista senza sollecitare il medico a prescrivere (o il farmacista a dispensare) farmaci che non possono sostituirsi a corrette abitudini alimentari e di vita.
  2. Prima che il medico prescriva un farmaco (o che il farmacista lo dispensi), è bene informare se si soffre di determinate malattie (come alterazioni cardiache o ai reni o al fegato…), se si è sofferto di allergie a farmaci, se si stanno assumendo altre terapie concomitanti, se si è in gravidanza o allattamento o se il prodotto è per uso pediatrico.
  3. Rispettare la posologia del farmaco (dose, modalità e tempo di somministrazione) indicata nel foglietto illustrativo del prodotto (bugiardino) e/o come consigliato dal medico o dal farmacista.
  4. Per non dimenticare di assumere il farmaco, abituarsi a prenderlo sempre alla stessa ora. Se si dimentica una dose, provvedere al più presto, a meno che non sia prossima l’assunzione della dose successiva.
  5. Non assumere più farmaci contemporaneamente senza il consiglio del medico o del farmacista.
  6. Non  modificare o interrompere la terapia  di propria iniziativa. 
  7. Controllare sempre la data di scadenza prima di usare il farmaco ricordando che alcuni farmaci (colliri, sciroppi, gocce, spray), una volta aperti, scadono prima della data indicata sulla confezione.
  8. Conservare integra la confezione senza gettare l’astuccio contenitore e il foglietto illustrativo.
  9. Riporre i farmaci in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce, quindi non in bagno o in cucina. Conservarli in frigo se è espressamente specificato.
  10. Tenere i farmaci fuori dalla portata dei bambini.
  11. Non gettare i farmaci nella spazzatura, ma negli appositi contenitori per la raccolta differenziata collocati all’interno o in prossimità delle farmacie.
  12. Se si nota la comparsa di qualche disturbo insolito dopo aver iniziato l’uso del farmaco, o dopo alcuni giorni dalla sua interruzione, segnalarlo al medico o al farmacista.

 

CONCLUSIONI 

Queste semplici regole ci permettono di sfruttare gli effetti positivi e ridurre il più possibile i rischi derivanti dall’uso dei farmaci. Si invita inoltre a diffidare dei suggerimenti di persone non qualificate in merito a rimedi “miracolosi”. Non necessariamente tutte le cure possono essere utili a tutti e in tutte le situazioni e ognuno di noi può reagire diversamente a un determinato prodotto, a seconda della propria condizione fisica, se si è in presenza di determinate malattie (conosciute e non) o se si stanno già assumendo altre terapie.  

Fonti:

 

02/14/2020

0 0 vote
Article Rating
Dott.ssa Marianna Gualdana
Dott.ssa Marianna Gualdana

Laureata in CTF, ricopre il ruolo di Pharmacovigilance Safety Surveillance Associate presso Pfizer.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments