fbpx

Bava di lumaca: sostanza dalle numerose proprietà

La bava di lumaca è una secrezione gelatinosa rilasciata da questo gasteropode. Quella utilizzata in ambito cosmetico è prodotta dalla varietà Helix Aspersa, la specie di lumache maggiormente diffusa nel bacino del Mediterraneo.

Storia

Già nell’antica Grecia, dallo stesso Ippocrate, padre della medicina, venivano sfruttate le proprietà antinfiammatorie e lenitive di questa sostanza.
Negli anni 80, in Cile, la famiglia Buscuna osservò che le persone allevatrici di questi molluschi per il mercato alimentare, avevano la pelle della mani vellutata e ben nutrita.
Tali osservazioni, suscitarono un forte interesse di studio e analisi di questa sostanza.
Nel settore cosmetico, da ormai diverso tempo, è diventata un ingrediente molto utilizzato.

Bava di lumaca: perché fa bene alla pelle?

La bava di lumaca ormai da diverso tempo mantiene la sua notorietà in campo cosmetico, confermandosi una valida sostanza dalle eccellenti proprietà nutritive, rigeneranti, idratanti, lenitive, cicatrizzanti. Scopriamo in modo più dettagliato di cosa si tratta.

Da cosa è costituita naturalmente la bava di lumaca?

Il concentrato di sostanze attive che troviamo nella bava di lumaca sono davvero un toccasana per la pelle.
Si tratta di una ricca miscela di mucopolisaccaridi, allantoina, acido glicolico, collagene, elastina, vitamine A-C-E, peptidi e diversi minerali come il calcio, lo zinco, il magnesio e il ferro.

Mucopolisaccaridi

I mucopolisaccaridi, come l’acido ialuronico, svolgono una funzione idratante trattenendo l’acqua negli strati cutanei, contibuiscono a mantenere costante il turgore extracellulare della pelle e grazie alla struttura reticolata consentono a tutti gli altri elementi della miscela di diffondere più facilmente in profondità nell’epidermide, dove possono svolgere le loro eccezionali azioni rigeneranti, nutritive e detossinanti.

L’allantoina

L’allantoina è conosciuta per le sue proprietà cicatrizzanti. Questa sostanza agisce andando a favorire il turnover (rinnovamento) cellulare, stimolando la riepitelizzazione dei tessuti attraverso la proliferazione dei cheratinociti (cellule epidermiche).

L’azione esfoliante e rigenerante

L’azione esfoliante e rigenerante è invece svolta dall’acido glicolico, agisce permettendo la rimozione delle cellule morte e stimola i fibroblasti nella produzione endogena di collagene ed elastina, due importantissimi componenti del tessuto connettivo, andando a riequilibrare l’elasticità della pelle, è inoltre di aiuto nell’attenuare le discromie cutanee, dovute per esempio al sole, all’età, ai segni dell’acne.

Collagene ed elastina

Collagene ed elastina, vengono prodotti quotidianamente dai nostri fibroblasti, con l’avanzare dell’età tale produzione viene ridotta e proprio per questo motivo la pelle diventa meno tonica perdendo la sua elasticità.
Queste due importanti proteine del tessuto connettivo della pelle si trovano naturalmente nell’estratto di bava di lumaca. L’utilizzo di collagene ed elastina esogena, aiutano a riequilibrare l’elasticità e la compattezza epidermica.

Azione antiossidante

Tra i maggiori effetti benefici troviamo l’azione antiossidante, dovuta alle alte concentrazioni di vitamina E particolarmente importante nel ritardare il processo di senescenza delle cellule contrastando l’azione dannosa dei radicali liberi.
I minerali svolgono anch’essi una funzione lenitiva e nutriente.

L’utilizzo in cosmetica

La bava di lumaca sta trovando sempre maggior impiego in cosmetica grazie alle sue proprietà utili a migliorare inestetismi cutanei come l’acne, cicatrici, macchie, ed ha un’ottima azione come antirughe è infatti considerata uno dei più potenti anti-age che si possono trovare in natura; grazie alla sua capacità filmante nutre intensamente e protegge la pelle irritata.

La percentuale di bava di lumaca

La percentuale di bava di lumaca è importante che sia dichiarata nella etichetta degli ingredienti.
(Una percentuale come l’80% di bava di lumaca è la quantità che in base ai test è risultata efficace).
Inoltre l’INCI ( International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, ovvero la nomenclatura utilizzata a livello internazionale per la classificazione degli ingredienti di un prodotto cosmetico) deve essere coerente con la quantità di ingredienti dichiarati. Gli ingredienti presenti nel prodotto sono indicati in ordine di quantità decrescente di concentrazione.
Al primo posto viene dunque indicato l’ingrediente che possiede una percentuale più alta, poi gli altri ingredienti, fino a quelli contenuti in percentuale più bassa. Al di sotto dell’1%, gli ingredienti possono essere indicati in ordine casuale.
Per definire l’efficacia del prodotto è necessario che l’azienda abbia effettuato test clinici specifici per la valutazione dell’efficacia del prodotto.

Consigli

Tra le migliori creme con un’alta percentuale di bava di lumaca possiamo citare ELICINA Eco Crema Idratante Viso alla Bava di Lumaca.
Di cui voglio allegare l’INCI :

80% Helix Aspersa Muller Extract
20% [Glyceryl Stearate SE, Cetyl Alcohol, Stearic Acid, Glycerin, Caprylic/Capric Triglyceride, Dicaprylyl Ether, Benzyl Alcohol, Sodium Stearoyl Glutamate, Sodium Phytate, Dehydroacetic Acid, Citric Acid]

Se la quantità di bava di lumaca è la più alta tra gli ingredienti, deve trovarsi al primo posto nell’INCI.

Queste informazioni sono a scopo divulgativo, per dettagli e informazioni specifiche chiedete informazioni, al vostro medico, dermatologo o farmacista che saprà indicarvi la soluzione più appropriata al vostro specifico caso.

Fonti:

https://www.elicina.it/blog/post/inci-elicina-eco-crema-bava-di-lumaca/

0 0 vote
Article Rating
Dott. Gianluca Spanò
Dott. Gianluca Spanò

Founder and Team director.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments