fbpx

Dolori durante il ciclo mestruale?

Tutte le donne, a partire dal menarca, iniziano un ciclo ormonale-dipendente, chiamato semplicemente ciclo mestruale. Tale ciclo seppur fastidioso è fondamentale al fine della procreazione.

Oggi però vogliamo parlare solo di una parte del ciclo mestruale, di quella competente che rientra nei sintomi ed è sicuramente l’aspetto più fastidioso: il dolore durante il ciclo mestruale.

Cosa sono?

I dolori mestruali sono comuni alla stragrande maggioranza delle donne. Infatti solo una piccolissima parte di esse sostiene di non provare nessuna sofferenza nella fase pre-ciclo, chiamata anche sindrome premestruale, e durante il ciclo.

Sono evidentemente donne fortunate, considerando che la restante parte confessa di provare dei dolori fortissimi, talvolta insopportabili, rendendo complicate le normali  attività quotidiane.

L’età c’entra qualcosa?

I dolori mestruali sono maggiormente acuti nella fase adolescenziale, a partire sopratutto dal Menarca, ovvero la comparsa del primo ciclo mestruale.

Nella fase adolescenziale si stima che la presenza di forti dolori mestruali raggiunga la massima prevalenza, tuttavia ciò non esclude che nella donna adulta i dolori non siano presenti. Tuttavia possiamo affermare che i dolori mestruali  sono età-dipendente.

I dolori mestruali vengono chiamati scientificamente dismenorrea e rappresentano il disturbo ginecologico più comune ed hanno un incidenza che può raggiungere l’ 80%. Tuttavia va precisato che tali dati sono statistici, infatti in alcuni soggetti è possibile che i dolori persistono anche in età adulta e nel post gravidanza/e.

Il dolore mestruale o dismenorrea è un dolore localizzato nel basso addome, a volte molto intenso, acuto, caratterizzato da fasi intense laceranti  a fasi meno dolorose, può essere unilaterale o bilaterale, spesso si associa a mal di schiena, dolore al seno e cefalea. In alcuni soggetti può addirittura presentarsi nausea e vomito. Infatti non è raro che una giovane donna resti a casa saltando le attività quotidiane come scuola o lavoro.

Quando compaino i primi sintomi?

Solitamente la dismenorrea è marcata principalmente appena prima l’inizio del ciclo mestruale o nella fase iniziale per poi, fortunatamente, scomparire nell’arco delle 48 h dall’inizio delle mestruazioni.

Perche si presentano i dolori?

I dolori mestruali sono correlati ai cambiamenti ormonali  fisiologici tipici dei cicli ovulatori e vanno attribuiti sopratutto al rilascio di prostaglandine da parte delle cellule della parete dell’utero. L’ aumento di prostaglandine provoca una serie di alterazioni fisiologiche come l’infiammazione, il dolore, la contrazione della muscolatura uterina.

Tutte queste alterazioni sono responsabili del risultato finale, ovvero il distacco delle cellule della parete interna dell’utero. Cosa succede quando le cellule si staccano?

Il tipico segno clinico del ciclo mestruale: l’emorragia vaginale.

Come intervenire?

Il ciclo è un processo benigno e positivo per il nostro organismo. Non necessita di nessun trattamento farmacologico. Tuttavia in alcuni soggetti i sintomi perdurano per diversi giorni. In questi casi può essere opportuno un trattamento farmacologico analgesico.

Fate presente al vostro medico di base o al vostro specialista ginecologo quali sono i vostri sintomi, la durata e l’intensità. Il medico vi aiuterà a trovare la migliore strategia farmacologica.

Lo sport risulta essere un buon amico contro la dismenorrea, cosi come sana alimentazione, principalmente povera di grassi e ricche di fibre.

La terapia farmacologica prevede, solitamente, l’utilizzo di farmaci come gli antidolorifici, gli antinfiammatori o gli antimuscarinici.

ITF.

 

5 1 vote
Article Rating
Dott. Gianluca Spanò

Founder and Team director.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments