fbpx

Cordyseps sinensis: micoterapia cinese in nostro aiuto!

Che cos’è la micoterapia?

La micoterapia è una branca della medicina tradizionale cinese che utilizza alcune specie di funghi, detti anche miceti, responsabili di attività benefiche per il nostro organismo. Come la fitoterapia, tratta e previene disturbi di varie tipologie. Nella medicina occidentale, i funghi ritenuti “medicinali”, vengono assunti sotto forma di integratori alimentari (è importante sottolineare che non vengono classificati come farmaci etici).

Tradizione cinese

La micoterapia deve le sue origini, come detto in precedenza, alla medicina tradizionale cinese, dove i miceti vengono impiegati già da più di 4000 anni.
Tra le loro proprietà benefiche troviamo il supporto alle difese immunitarie dell’organismo  e la prevenzione, i due capisaldi della medicina tradizionale cinese.
In Occidente, invece, è possibile trovarli in commercio come integratori alimentari, sotto forma o di mix fungino, o di un singolo fungo; in ogni caso, è bene scegliere un prodotto con un’alta concentrazione di sostanze attive, tra cui enzimi, glucani, e terpeni.

Cordyceps sinensis

Questo fungo cresce prevalentemente sulle montagne del Tibet, anche se è presente nelle catene montuose della Cina e del Nepal. Numerose sono le specie appartenenti a questo genere di fungo, ma la variante sinensis è l’unica ritenuta un fungo dalle proprietà benefiche. Anche se in Cina viene utilizzato da millenni, in Occidente viene utilizzato solamente da 20 anni; attualmente sono in corso numerosi studi scientifici per confermare le sue proprietà benefiche.
In Cina viene tradizionalmente usato per migliorare la circolazione e il tropismo dei vari organi, come polmoni, cuore, reni e fegato, oltre che per aumentare la vitalità e la longevità del nostro organismo.

Proprietà terapeutiche

Le sostanze responsabili degli effetti terapeutici del Cordyceps sinensis sono: la cordicepina, un derivato del nucleoside adenosina, e l’acido cordicepico, anche se troviamo anche il galattomannano, il micosio, l’ergosterolo, l’acido palmitico, e l’adenosina stessa.
Tutte queste sostanze sono responsabili delle proprietà e delle potenziali applicazioni di questo fungo nella medicina occidentale. In particolare viene utilizzato per aumentare l’attività sessuale in entrambi i sessi, ridurre il colesterolo totale, aumentare il colesterolo HDL, migliorare la funzionalità renale, abbassare la glicemia e migliorare le prestazioni sportive, soprattutto in casi di stress fisico e mentale negli atleti. Inoltre è in grado di agire in presenza di epatiti virali, steatosi e cirrosi epatica, grazie al suo effetto protettivo del fegato. Grazie al suo effetto antiipertensivo invece, può agire migliorando la salute cardiovascolare, e grazie al suo effetto sedativo a livello del sistema nervoso centrale, si può impiegare anche nei soggetti che fanno fatica ad addormentarsi.

Controindicazioni

Attualmente gli studi dimostrano che il Cordyceps è un integratore sicuro e ben tollerato: gli effetti indesiderati risultano essere solamente lievi disturbi gastrici derivati da un sovradosaggio.

0 0 vote
Article Rating
Dott.ssa Laura Ciarletta
Dott.ssa Laura Ciarletta

Laureata in Farmacia. Nutre una profonda passione per la fitoterapia e la medicina alternativa come supporto alla medicina tradizionale.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments