fbpx

Punto N10: in caso di dubbi non recarti al pronto soccorso, chiama il tuo medico di base e se pensi di essere stato contagiato chiama il 112

Tutte le persone che riscontrano sintomi influenzali (febbre, tosse, mal di gola, raffreddore, malessere generale) NON devono andare al pronto soccorso.
Perché?

1- Perché la sala d’attesa del pronto soccorso è un luogo pubblico e in un periodo dell’anno come questo è opportuno evitare luoghi affollati.
Come sappiamo la possibilità di essere contagiati in luoghi chiusi è molto più alta e in un ambiente come la sala d’attesa del pronto soccorso il rischio sarebbe ancora maggiore, potrebbero esserci persone con patologie, più suscettibili al contagio e meno forti fisicamente nel combattere il virus, inoltre un solo portatore sano, porterebbe al blocco totale di un’intera struttura ospedaliera.

Quindi, non andare al pronto soccorso: ci si espone e si espongono altre persone al rischio di contagio.

2- Perché in questo momento è fondamentale che non si intasino i pronto soccorso per motivi di organizzazione. Se tutte le persone con sintomi influenzali si recassero al pronto soccorso sarebbe un problema gestirne il flusso.
Il personale sanitario in questo momento deve gestire e valutare attentamente casi di pazienti che arrivano in pronto soccorso e necessitano di ventilazione (respirazione assistita) e di cui non conoscono la causa, considerando che non sanno se sono positivi o negativi al covid-19 (oltre al covid-19 esistono anche altri agenti infettivi).
Una sala d’attesa affollata oltre a favorire ulteriori contagi manderebbe in tilt la struttura per i motivi sopra descritti.
Non andare al pronto soccorso se hai sintomi influenzali, ma chiama il tuo medico di base.

Cosa fare se pensi di aver contratto il covid-19?

– Resta a casa e non recarti al pronto soccorso

– Telefona subito al tuo medico di base, pediatra o guardia medica descrivendo i sintomi e i contatti a rischio.
Attraverso una scheda di triage telefonico, il medico stesso farà alcune domande al paziente per inquadrare meglio la sintomatologia e valutarne la gravità per guidare il paziente negli step successivi.
Se il medico riterrà opportuno eseguire il test, sarà lui a fornire indicazioni su come procedere.

Se hai un’emergenza (difficoltà respiratorie o altro) utilizza i numeri  112/118 senza recarti autonomamente in ospedale.

Se hai sintomi influenzali o se pensi di essere stato a contatto con una persona cui è stato diagnosticato il covid-19 chiama il tuo medico di base, senza recarti in ospedale, oppure contatta i seguenti numeri :
– Numeri verdi regionali:

Basilicata: 800 99 66 88
Calabria: 800 76 76 76
Campania: 800 90 96 99
Emilia-Romagna: 800 033 033
Friuli Venezia Giulia: 800 500 300
Lazio: 800 11 88 00
Lombardia: 800 89 45 45
Marche: 800 93 66 77
Piemonte:
800 19 20 20 attivo 24 ore su 24
800 333 444 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 20
Provincia autonoma di Trento: 800 867 388
Provincia autonoma di Bolzano: 800 751 751
Puglia: 800 713 931
Sardegna: 800 311 377
Sicilia: 800 45 87 87
Toscana: 800 55 60 60
Umbria: 800 63 63 63
Val d’Aosta: 800 122 121
Veneto: 800 462 340

– Numero di pubblica utilità 1500 del Ministero della salute

0 0 vote
Article Rating
Dott. Gianluca Spanò
Dott. Gianluca Spanò

Founder and Team director.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments