fbpx

Covid-19: lezioni di solidarietà dalla Cina, grazie, 谢谢

Italia e Cina: è stretta di mano

Un mese dopo la diffusione del Covid-19 con epicentro a Wuhan, la Cina vede finalmente la fine dell’emergenza.

Il popolo cinese ha seguito perfettamente le linee guida sulla gestione dell’epidemia, cosi i casi di contagio sono scesi solo a 19. L’epidemia ora, come ha detto il presidente cinese Xi Jinping è ormai limitata al solo epicentro.

Vi ricordate proprio quando nei vostri telefoni cellulari arrivavano messaggi vocali pieni di odio e di razzismo? Quando sul web giravano solo foto e video che deridevano il popolo cinese?

E adesso? Sono proprio loro che per primi si sono attivati per venirci ad aiutare, insegnando al mondo intero cosa vuol dire essere solidali. L’azienda cinese Huawei ha generosamente donato migliaia di mascherine FFP3 alla Protezione Civile.

Dalla Cina sono in arrivo 1000 ventilatori polmonari20 mila tute protettive, 50 mila tamponi e 100 mila mascherine ad alta tecnologia.

Questo è solo un primo aiuto. Infatti, la Cina è in continuo contatto con l’Italia e, su proposta del ministro degli esteri cinese, il governo cinese invierà una squadra di cinque medici altamente qualificati che hanno già fronteggiato l’epidemia Covid-19 in Cina, tra cui un membro della Croce Rossa cinese e uno del Center for Disease Control and Prevention.

L’italia?

​Non possiamo far altro che prendere d’esempio dal modello cinese per limitare il più possibile la diffusione del Coronavirus.
Il nostro sistema sanitario sta contenendo il fenomeno virale con tutti i mezzi a disposizione e, nonostante le gravi difficoltà, la sua gestione risulta sicuramente migliore di quella di altri Paesi.

Cosa possiamo fare ognuno noi italiani?

Attenerci alle 10 regole dell’OMS:

  1. Lavati spesso le mani
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
  5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.
  6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcool
  7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o se assisti malati
  8. I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  9. Gli animali da compagnia non diffondono il Coronavirus
  10. In caso di dubbi non recarti al pronto soccorso: chiama il tuo medico di base e se pensi di essere stato contagiato chiama il 112.

Restiamo a casa e tuteliamo la salute di tutti affinché, ancora una volta, potremmo rialzarci più forti di prima. #iorestoacasa

Grazie Cina, grazie popolo cinese.

Chiudiamo questo articolo appellandoci al buon senso di tutti i cittadini ricordandovi di seguire la quarantena domiciliare e le 10 regole indette dal Ministero della Salute.

0 0 vote
Article Rating
Dott. Gianluca Spanò

Founder and Team director.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments