fbpx

ALOPECIA E MINOXIDIL

L’alopecia è una condizione clinica in cui si ha la diminuzione e/o perdita dei capelli.

Si possono avere situazioni in cui la perdita dei capelli è evidente, altre invece, in cui si inizia ad avere un indebolimento del capello, il quale diventa sottile e fragile e tende a cadere più facilmente.

Ma per capire come avviene questo fenomeno dobbiamo prima chiarire come avviene il ciclo vitale del capello.

CICLO VITALE DEL CAPELLO

Il capello è un elemento vivente per cui subisce un ciclo di crescita della durata media di 2-6 anni e raggiuge la lunghezza di 1-1,5 cm al mese.

Ogni capello cresce a partire dal proprio follicolo, ed ogni follicolo pilifero ha un ciclo vitale. Questo ciclo vitale è suddiviso in 3 fasi:

  1. FASE ANAGEN
  2. FASE CATAGEN
  3. FASE TELOGEN

Nella prima fase ( fase anagen ), il capello cresce attivamente e dura circa da 1 a 4 anni. In questo periodo il bulbo pilifero, localizzato alla base del follicolo, produce la fibra del capello, raggiungendo la lunghezza di 1 cm 1,5 cm al mese.

Nella seconda fase ( fase catagen ), chiamata anche fase di transizione, ha una durata media di 2-3 settimane e si tratta della fase in cui termina la produzione della fibra del capello, il follicolo si ritira e il capello smette di crescere per alcune settimane.

Nell’ultima fase ( fase telogen), corrisponde il periodo di riposo in cui il capello smette di crescere restando comunque attaccato al follicolo per circa 3 mesi. Terminati i 3 mesi il capello cade durante il lavaggio o quando lo spazzoliamo. A questo punto inizia la nuova fase anagen.

Ogni capello ha il suo ciclo vitale e il 90% della chioma si trova sempre in uno stadio di crescita continua e permanente, mentre il restante 10% è in fase di caduta. Infatti ogni giorno perdiamo circa 50-80 capelli che hanno terminato il loro ciclo vitale e vengono rimpiazzati dai nuovi capelli.

Fatta questa premessa come si spiega l’alopecia ?

Sono molti i motivi per cui si ha la perdita dei capelli e le conseguenze riflettono molto il disagio psicologico in molti soggetti. Infatti, mentre molti accettano questa condizione altri ne soffrono notevolmente andando alla ricerca di qualsiasi soluzione utile per “ravvivare” la crescita del capelli.

L’alopecia si distingue in:

  • Cicatriziale, in cui la perdita di capelli è dovuta all’atrofizzazione dei follicoli piliferi ed è irreversibile;
  • Non-cicatriziale: è causata da processi che riducono o rallentano la crescita dei capelli senza danneggiare irreversibilmente  il follicolo pilifero e tendenzialmente sono temporanei.

LE CAUSE

I fattori che possono causare l’alopecia sono numerosi:

  • genetici
  • ormonali: quando è coinvolta la tiroide o ci sono disfunzioni relativi all’ipofisi o al testosterone
  • nutrizionali: generata molto spesso da carenze nutrizionali, poiché l’alimentazione gioca un ruolo determinante
  • psicologiciperiodi prolungati di stress causati da traumi o depressione portano alla caduta di capelli causando un grave diradamento del cuoio capelluto;
  • chimico-farmacologici: forti cure chimico-farmacologiche come la chemioterapia, antidepressivi contribuiscono alla perdita dei capelli.

La forma più comune di alopecia è quella ANDROGENICA, chiamata anche calvizia, ed è la più comune malattia dei capelli. Colpisce circa l’80% degli uomini e il 50% delle donne, spesso dopo la menopausa. 

L’origine di questa patologia dipende da due cause concomitanti

  • sensibilità del capello agli ormoni androgeni (ormoni maschili) presenti nell’organismo 
  • predisposizione genetica. 

Le manifestazioni dell’alopecia androgenetica risultano diverse nei due sessi. Negli uomini, si verifica un progressivo diradamento nell’area fronto-temporale e nel vertice, mentre nella donna sono interessati soprattutto il vertice e la zona frontale. In alcuni casi, è accompagnata da seborrea e desquamazione.

TRATTAMENTO COL MINOXIDIL

Cos’è il MINOXIDIL?

Il MINOXIDIL è un farmaco nato per trattare l’ipertensione. Per cui è un vasodilatatore capace di abbassare la pressione arteriosa. Tuttavia si osservò recare molti effetti collaterali seri come ad esempio una notevole tachicardia che necessitava di abbinare al minoxidil anche un farmaco beta bloccante.

Questo rende il minoxidil un farmaco non di prima scelta per il trattamento dell’ipertensione, ma sicuramente uno dei farmaci più utilizzati per il trattamento dell’alopecia androgenica perché ha la capacità di stimolare la crescita dei peli.

Per tale motivo viene spesso utilizzato come formulazione topica per trattare l’alopecia.

In commercio lo troviamo con diversi nomi oppure può essere allestito come farmaco galenico dal farmacista stesso e si presenta in soluzione dal 2 al 5% e tale farmaco deve essere necessariamente prescritto dal medico dopo una dettagliata visita in modo da stabilire la giusta percentuale in base alla gravità dell’alopecia. Tante volte si tende a pensare che più è forte il farmaco perché più concentrato più l’effetto sarà rapido. Purtroppo non è sempre cosi, primo perché come visto in precedenza, il capello ha un suo ciclo vitale che dura settimane e mesi, secondo perché una maggiore concentrazione può indurre ad una maggiore irritazione del cuoio capelluto.

Detto ciò affidatevi sempre al vostro medico.

COME SI APPLICA LA SOLUZIONE DI MINOXIDIL?

Servendosi della pipetta contagocce, se ne applica una quantità, circa 1 millimetro, sul cuoio capelluto a capelli asciutti e si procede eseguendo un massaggio con movimenti circolari per garantire un maggior assorbimento. L’applicazione va eseguita per due volte al giorno distanziati di almeno otto ore tra una applicazione e l’altra, per almeno 4 mesi.

Terminata l’applicazione ricordarsi sempre di lavarsi le mani.

Trascorsi i quattro mesi saremo in grado di vedere i primi risultati e noteremo come la perdita di capelli sia diminuita e come alcuni follicoli sottili e deboli  abbiano progressivamente aumentato le loro dimensioni diventando molto più forti, più sani e più luminosi rispetto a come erano prima di iniziare il trattamento.

Trascorsi  12-18 mesi, con un’applicazione costante vedremo un significativo rafforzamento di quei capelli più deboli che sembravano prossimi a cadere.

Tuttavia non dobbiamo mai interrompere il trattamento poiché il problema potrebbe ripresentarsi. Infatti l’applicazione del minoxidil sul cuoio capelluto dovrà diventare un’abitudine consolidata, nella nostra routine quotidiana, per il resto della vita, perché è l’unico modo per poter tenere sotto controllo l’alopecia.

Quindi, ogni giorno applicheremo la lozione di minoxidil massaggiando delicatamente il cuoio capelluto con la punta delle dita per circa un minuto, per assicurarci di non soffrire nuovamente di caduta dei capelli.

5 2 votes
Article Rating
Dott.ssa Adriana Pulpo

Farmacista di professione, ma con una profonda passione per la dermocosmesi.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments