fbpx

CHE COS’E’ LA PSORIASI?

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle. E’ una condizione che spesso compromette il benessere fisico ed emotivo e, di conseguenza, la qualità della vita. 

La psoriasi  rientra nella macro-categoria delle dermatiti, è una malattia auto-immune su base genetica, causata da un’alterata attività dei linfociti T, preposti alla difesa dell’organismo, provocando un grave errore sul sistema immunitario. In questo caso la reazione difensiva dei linfociti si scatena contro le cellule della pelle causando l’infiammazione, l’iper-proliferazione  delle cellule dell’epidermide (cheratinociti) e l’aumento del turn-over dell’epidermide (4gg invece che i normali 20).

L’ipotesi della base genetica è supportata dal fatto che circa la metà delle persone colpite, proviene da famiglia in cui vi sono altri casi di psoriasi.

La predisposizione genetica non basta a spiegare l’insorgenza della malattia, spesso la psoriasi ha bisogno di alcuni fattori ambientali per scatenarla quali:

  • Lo stress
  • I traumi: di tipo fisico, come il grattamento, ustioni, cicatrici chirurgiche, possono provocare, in persone predisposte, anche a distanza di una o due settimane, la comparsa di chiazze psoriasiche, esattamente nelle sedi interessate dall’evento. Questo fenomeno è noto col nome di Koebner.
  • Infezione da HIV
  • Infezione da streptococco beta-emolitico (che porta a psoriasi guttata): l’infezione della gola, causata da questo streptococco, è spesso collegata alla comparsa di eruzioni psoriasiche nei bambini. Per gli adulti, con questa infezione, si verifica una generale acutizzazione della patologia, accompagnata da una maggiore resistenza ai farmaci.
  • Farmaci (in particolare beta-bloccanti, clorochina, litio, ACE-inibitori, indometacina, terbinafina, e interferone-alfa)
  • Stress emotivi
  • Consumo di alcol
  • Fumo
  • Obesità

COME SI MANIFESTA?

Si creano delle LESIONI sulla PELLE, PLACCHE RIALZATE (nella psoriasi a placche) che si manifestano in zone diverse del corpo: MANI, PIEDI, CUOIO CAPELLUTO, GOMITI, UNGHIE (il coinvolgimento delle unghie è predittivo di una successiva artrite psorisiaca), dietro le ORECCHIE, TRONCO ecc..

La psoriasi, tende a seguire un corso ciclico con fasi acute (periodi in cui i sintomi sono severi) e fasi di remissione (sintomi sono leggeri o inesistenti).

A QUALE ETA’  SI MANIFESTA?

La psoriasi può insorgere a qualsiasi età, ma solitamente compare per la prima volta tra i 20 e i 30 anni. Un esordio precoce – prima dei 15 anni d’età – si associa, in genere a forme più gravi. Un secondo picco di incidenza della malattia si registra nella fascia di età tra i 50 e i 60 anni.

La psoriasi è rara nei bambini.

TIPI DI PSORIASI

Le cinque maggiori varianti cliniche di psoriasi sono:

-Psoriasi a placche: presenza di placche circoscritte ricoperte da squame color bianco-argento

-Psoriasi guttata: comparsa eruttiva di chiazze rossastre, che vanno incontro a desquamazione.

-Psoriasi inversa: predilige le pieghe dell’inguine e delle ascelle, la zona dell’ombelico e della zona sotto-mammaria, con chiazze molto arrossate e pelle è liscia; la desquamazione è molto ridotta.

-Psoriasi eritrodermica: la forma più grave. Di solito è una generalizzazione di una psoriasi preesistente e scatenata da diversi fattori.

-Psoriasi pustolosa: pustole contenenti liquido sterile

Non sempre tutte queste varianti sono ben definite e nello stesso paziente possono essere presenti più forme cliniche della malattia.

COME SI PUO’ TRATTARE LA PSORIASI?

La terapia topica è la prima scelta nella psoriasi lieve, in cui è coinvolta una superficie corporea inferiore al 20%. Oltre tale valore, l’assobimento transcutaneo della sostamza potrrebbe essere significativa.

Vengono applicate CREME e UNGUENTI, per il cuoio capelluto le LOZIONI  di:

  • EMOLLIENTI: utili per favorire il distacco delle squame, idratando e ammorbidendo la cute. Contengono grassi vegetali, spesso LANOLINA o PARAFFINA. Possono essere usati più volte al giorno anche per pazienti pediatrici.
  • CHERATINOLITICI: prodotti che rimuovono le squame facilitando la penetrazione dei p.attivi. Es.ACIDO SALICILICO (NON per bambini), UREA 10-50%, ACIDO LATTICO
  • CORTICOSTEROIDI: azione antinfiammatoria e inibtoria della proliferazione dei cheratinociti. Sono molto rapidi (una applicazione al gg)
  • FOTOTERAPIA
  • TERAPIA SISTEMICA(nei casi più gravi: metotrexato, ciclosporina ecc..)

PSORIASI REGOLE BASE:

  • Indossare indumenti leggeri ed evitare la pressione della stoffa che sfrega la vostra pelle. A questo proposito esistono materiali a base di teflon che garantiscono la funzionalità del tessuto.
  • Evitate gli abiti troppo stretti, con elastici e bottoni che possono creare piccoli traumi o irritazioni.
  • Massima attenzione ai traumi fisici: rasature, tatuaggi, escoriazioni, ferite da taglio etc. possono indurre o riacutizzare la psoriasi.
  • Mantenere la pelle il più possibile pulita e ben idratata con creme emollienti allo scopo di prevenire prurito e arrossamenti.
  • Non grattare le lesioni, alleviando il prurito mediante l’applicazione di creme e oli idonei.
  • Per asciugarsi tamponare con un asciugamano senza strofinare.
  • Usare detergenti adeguati, che non favoriscano l’insorgere della psoriasi.
  • Seguire un regime alimentare equilibrato e mantenere il peso-forma.
  • Diffidare dalle cure “miracolose”, soprattutto quelle proposte su internet, che promettono la guarigione.
  • Non vergognarsi mai della vostra condizione e non sentirsi mai in colpa.

Bibliografia:

http://www.adipso.org/sito/It/psoriasi

“Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia”di Corrado Giua Marassi

A cura di Valentina Circiello

5 21 votes
Article Rating
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments