fbpx

Perché partecipare agli screening di popolazione?

Cosa sono gli screening test?

Lo screening test è un insieme di esami che servono ad individuare la presenza di patologie che non presentano ancora sintomi, asintomatiche. Gli screening sono rivolti ad un preciso target di persone potenzialmente a rischio.

Gli esami devono essere SICURI, ACCETTABILI dal paziente e ATTENDIBILI

I test vengono proposti alla popolazione che presenta un maggiore rischio di sviluppare patologie e si dovrebbero effettuare a cadenza regolare.

I test si articolano su più livelli sino ad arrivare ad avere un altissima specificità, come nel caso dei test oncologici.

Perché aderire agli screening test?

Di seguito elenchiamo una serie di motivi per i quali è necessario effettuare prevenzione attraverso gli screening test.

In primis lo screening non è solo un esame, ma un processo diagnostico che rileva lesioni cancerose e precancerose, in modo da individuare la patologia già in fase preclinica. 

Inoltre diminuiscono la mortalità specifica, se lo screening è attivo per un particolare carcinoma, la mortalità dello stesso diminuisce del 40%.

Gli esami sono poco invasivi, infatti per poter rientrare nella categoria dei carcinomi prevedibili tramite screening test, occorre, tra i numerosi requisiti, possedere un esame diagnostico il meno invasivo possibile. Infatti quello più invasivo di tutti come la colonscopia, si effettua soltanto una volta ogni 17 anni.

Il primo livello è sicuramente quello del prelievo delle feci per valutare l’eventuale presenza di sangue occulto. Tale test dovrebbe, per i pazienti a rischio, essere effettuato con cadenza biennale.

Inoltre se si rientra nella fascia di popolazione a rischio si riceve una lettera di invito a casa, firmata dal nostro medico di base, senza la necessità del pagamento di ticket. 

Gli screening test Possono essere terapeutici, come accade con lo screening per il tumore al colon retto, infatti se durante la colonscopia si rilevano la presenza di una o più lesioni cancerose, queste vengono rimosse seduta stante, senza effettuare un secondo intervento.

Prendendo sempre come esempio la prevenzione del tumore al colon retto, tramite sigmoidoscopia è possibile rilevare le lesioni cancerose prima del loro sanguinamento, cosa che invece non accade con l’esame del sangue occulto nelle feci. 

Gli screening di popolazione sono uno strumento di prevenzione sanitaria molto importante ed attualmente sono tre i progetti in vigore:

  • screening per la prevenzione del tumore al colon retto
  • screening per il tumore cervico-vaginale (Papilloma virus)
  • screening per il tumore alla mammella

I test si rivolgono a differenti popolazioni a rischio come le donne e gli uomini sopra i 58 anni per il tumore color-retto, donne che hanno superato i 45 anni di età per il tumore alla mammella e gli over 25 anni per il tumore cervico-vaginale.

Sebbene i risultati siano promettenti, il numero di adesioni è ancora troppo basso.

Per questo il progetto Farmacia dei Servizi, con a capo la Regione Piemonte, a partire dalla metà di Marzo renderà possibile il ritiro del kit e la consegna del campione per il sangue occulto direttamente nelle farmacie del Piemonte aderenti all’iniziativa e se non avete ricevuto l’invito?

Nessun problema, perché sarà attivo un numero verde al quale rivolgersi per prenotare il primo test.

Prevenire è meglio che curare.

0 0 vote
Article Rating
Dott.ssa Laura Ciarletta
Dott.ssa Laura Ciarletta

Laureata in Farmacia. Nutre una profonda passione per la fitoterapia e la medicina alternativa come supporto alla medicina tradizionale.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments