fbpx

Onicofagia

Onicofagia

L’onicofagia è una cattiva abitudine, talvolta anche ossessiva.
Le persone affette da tale disturbo rosicchiano le unghia in modo compulsivo.
Inconsciamente porta a rosicchiare le unghia in modo da livellarle continuamente, anche se questo porta sempre più a diminuire la lunghezza delle proprie unghia.
Si arriva ad essere compulsivi dopo anni e anni di rosicchiare le proprie mani, infatti spesso si comincia fin dalla giovane età.
Quella che da piccoli può essere una cattiva abitudine, in età adulta si trasforma in una vera e propria ossessione.

Bisogna intervenire subito con i propri figli, per evitare che se lo riportino in età adulta.

Generalmente sia l’ansia che lo stress sono i fattori principali che portano a diventare onicofagico.
Tale disturbo può diventare pericoloso se il soggetto comincia a mangiare anche la pelle intorno alle dita a causa della scomparsa totale dell’Unghia.

E’ più facile contrarre infezioni, infiammazioni e funghi.
Anche se in forma molto lieve, questo disturbo si associa insieme ad altre azioni, all’autolesionismo.

Consigli: intervenire in modo deciso se i vostri figli hanno questa abitudine.

Rimedi:
Usare degli smalti specifici acquistabili farmacia.
Usare dei cerotti quotidianamente che coprono le unghie in modo da avere un blocco visivo.

Per le donne risulta più semplice usare smalti colorati e/o manicure.

0 0 vote
Article Rating
Dott. Gianluca Spanò

Founder and Team director.

Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments